Se giungesse la fine. Se il lento ma inesorabile impoverimento delle risorse della terra valicasse il punto estremo, la discesa sarebbe un lampo. La natura svelerebbe il suo scheletro, composto da paesaggi da sempre nascosti ai nostri occhi; valli, catene montuose e colline che mari, laghi e fiumi hanno celato di era in era e che ora, ritirandosi in una vaporosa fuga, in un prosciugamento inarrestabile, lascerebbero affiorare, disegnando una nuova geografia, nuovi sconfinati territori.